marzo, 2018

09mar21:00LILYA ZILBERSTEIN, pianoforteSolisti

Dettaglio evento

«Lilya è una pianista completa, naturalissima, grandissima. Per fortuna non era concorrente quando ho partecipato al concorso, sarebbe stato un osso troppo duro»
Martha Argerich

Lilya Zilberstein è salita alla ribalta internazionale nel 1987, vincendo il Concorso Busoni di Bolzano. Fu una vittoria sensazionale e ci vollero 5 anni prima che il Premio fosse nuovamente assegnato. Da allora la pianista, moscovita di nascita e tedesca d’adozione, non ha smesso di girare tutta l’Europa, l’America del Nord e del Sud e l’Asia. Ha cominciato lo studio del pianoforte a 5 anni con Ada Traub alla Scuola Gnessin di Mosca prima e all’Istituto Gnessin poi con Alexander Satz, fino al diploma nel 1988. Nel 1985 ha vinto il Concorso Russo e il Concorso Pan-Sovietico di Riga. è stata invitata dai Filarmonici di Berlino e Claudio Abbado per la prima volta nel 1991 e registrato per Deutsche Grammophon i Concerti n. 2 e 3 di Rachmaninov. Zilberstein ha suonato con molte altre orchestre prestigiose quali, fra le altre, la Chicago Symphony, Sinfonica Chaikovsky di Mosca, London Symphony, l’Orchestra della Scala a Milano. Oltre che con Abbado, ha suonato con molti importanti direttori fra cui Christoph Eschenbach, Vladimir Fedoseyev, James Levine.

Nel 1998 le è stato attribuito a Siena il Premio Internazionale “Accademia Musicale Chigiana” e dal 2011 è titolare della classe di Pianoforte della prestigiosa Accademia senese. Lilya Zilberstein ha registrato 8 cd per Deutsche Grammophon, con programmi di pianoforte solo e con orchestre. Tra le numerose incisioni più recenti ricordiamo la Sonata di Brahms per due pianoforti con Martha Argerich per EMI.

Nel 2009 ha festeggiato i suoi primi venti anni di carriera con una lunga tournée europea in duo con Martha Argerich e la collaborazione con la famosa artista argentina continua tuttora ogni anno. Lilya Zilberstein è titolare della cattedra di pianoforte alla MDW-Universität für Musik und darstellende Kunst di Vienna, all’Accademia Chigiana di Siena e tiene master-classes in tutto il mondo.

PROGRAMMA DI SALA

A. Scriabin
Sonata n.3 in fa diesis minore op. 23

S. Rachmaninov
6 Moments Musicaux op.16

L.V. Beethoven
24 Variazioni in re magg. sull’arietta “Venni Amore” di Vincenzo Righini
Sonata in fa min. n. 23 op.57 “Appassionata”

Ora

(Venerdì) 21:00

Dove

TEATRO MASSIMO

Via Caduta del Forte, 15 - 65121 Pescara PE

X